Nautica Italiana: al VYR la seconda International Design Conference “Come il design sta cambiando l’abitare a terra e a bordo”

Continuano gli appuntamenti organizzati da Nautica Italiana per il Versilia Yachting Rendez-vous

Viareggio, 11 maggio 2018 – Prosegue il calendario di eventi di alto profilo organizzati da Nautica Italiana in occasione della seconda edizione del Versilia Yachting Rendezvous (#VYR2018). Alle 15.30 di oggi, presso i Cantieri Benetti, ha avuto luogo l’International Design Conference dedicata a “Come il design sta cambiando l’abitare a terra e a bordo”.

Moderata dall’Editor in Chief di AD, Ettore Mocchetti, e introdotto dagli interventi di Lamberto Tacoli, Presidente di Nautica Italiana, Giovanna Vitelli, Vice Presidente di Azimut Benetti e Stefania Lazzaroni, Direttrice Generale di Altagamma, la conferenza si è sviluppata in due panel di discussione, in cui si sono analizzati i nuovi trend del design e la loro influenza sull’odierna architettura navale e urbana.

“Come Presidente di Nautica Italiana, sono particolarmente lieto di aprire questa International Design Conference, giunta – come il VYR stesso – al secondo appuntamento: un segno concreto dell’importanza e del seguito di eventi di approfondimento e confronto su questo argomento” così Lamberto Tacoli, che ha aggiunto: “Ringrazio a nome dell’Associazione i tanti e prestigiosi relatori intervenuti, la cui grande esperienza e competenza hanno contribuito in maniera decisiva a valorizzare questo evento”.

Il primo ciclo di interventi ha visto avvicendarsi relatori di del calibro di Duilio Boffi, Aldo Drudi, Frank Laupman, Igor Lobanov, Giulia Molteni e Niccolò Ricci. Protagonisti del secondo round sono stati Riccardo Bonadeo, Philippe Briand, Luca Dini, Enrico Lumini, Matteo Marzotto e Francesco Casoli.

Numerosi e trasversali i temi trattati: tra questi, il rapporto tra l’industria del design e le eccellenze del settore nautico, la capacità di coniugare l’eleganza e il lusso del fashion con gli interni degli yacht, le nuove frontiere della sostenibilità, la necessità di conciliare stili classici e moderni, oltre ai provvedimenti auspicabili per un settore così vitale per il nostro paese come quello nautico.

L’International Design Conference costituisce il terzo dei quattro appuntamenti sviluppati da Nautica Italiana, dopo il workshop SACE-SIMEST del 10 maggio, dedicato alle strategie di export per i cantieri nazionali, e la presentazione del Market Monitor sviluppato in collaborazione con Deloitte, dove sono stati presentati i dati sulla performance della cantieristica nautica italiana per il 1Q 2018 e il Market Sentiment Outlook per i prossimi anni e l’analisi sulle esportazioni dei cantieri navali italiani. Il ciclo di eventi targati Nautica Italiana si chiuderà domani, sabato 12 maggio, con la tavola rotonda legislativa “La nautica italiana riparte: marine e territori a confronto”. L’incontro verterà sul dialogo, politico e legislativo, inerente al rapporto tra territori e Marine, arricchito da esempi pratici e una contestualizzazione operativa.